Contributi e incentivi per le aziende

I contributi e gli incentivi costituiscono un valido investimento per aumentare e potenziare il valore delle risorse umane, accrescendo l‘know-how delle competenze globali della propria azienda.

Le differenti istituzioni europee e nazionali, tramite l’erogazione di capitali variabili in base alle disponibilità economiche del territorio, consentono di incentivare gli nivestimenti all’interno del luogo di lavoro.

BANDI ATTIVI


REGIONE TOSCANA - BANDO PER LA MICROINNOVAZIONE CONTRIBUTI PER E-COMMERCE, E-MARKETING, ECOMMUNITY

Finalità dell’avviso
Incentivare l’innovazione delle MPMI per lo sviluppo di reti distributive  specializzate e per la promozione di prodotti

Chi può beneficiare del contributo?
MPMI in forma singola e associata operanti nei settori del manifatturiero, commercio, turismo ed attività terziarie (per la lista dei codici Ateco ammessi si prega di contattarci)

Interventi ammissibili
Soluzioni di Business Intelligence, e-marketing, ecommunity ed ecommerce per lo sviluppo di reti distributive specializzate e la promozione di nuovi prodotti.

L’importo minimo dell’investimento deve essere pari almeno ad € 30.000,00 mentre il massimo ad € 50.000,00

Quali spese sono ammissibili?
Spese di consulenza professionale per la realizzazione del portale ecommerce e/o delle soluzioni di Business Intelligence, e-marketing.

In cosa consiste l’agevolazione?
Contributo a fondo perduto del 50%

REGIONE TOSCANA - MICROCREDITO PER IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E DEI DESTINATARI DI AMMORTIZZATORI SOCIALI

Finalità dell’avviso
Promuovrere la creazione ed il consolidamento delle imprese da parte di giovani (under 40), donne e destinatari di ammortizzatori sociali

Chi può beneficiare del contributo?
MPMI giovanili, femminili o di destinatari di ammortizzatori sociali, la cui costituzione sia avvenuta nel corso dei 2 anni precedenti – persone fisiche (giovani, donne o destinatari di ammortizzatori sociali) che si impegnano a costituire l’impresa entro 6 mesi dalla data di concessione del contributo.

Quali spese sono ammissibili?
Investimenti materiali (impianti, macchinari, attrezzature e opere murarie), investimenti immateriali (diritti di brevetti, licenze, know how), spese di costituzione, spese generali (utenze e affitto), scorte.
Le spese generali e per scorte non possono superare il 30% del totale progetto.

Il progetto deve essere compreso tra € 8.000,00 e € 35.000,00.

In cosa consiste l’agevolazione?
Finanziamento a tasso zero pari al 70% del costo totale dell’investimento. Il finanziamento avrà durata 7 anni con un preammortamento di 3 mesi e sarà concesso senza richiesta di garanzie personali e patrimoniali.

Il rimborso è previsto con rate trimestrali posticipate.

Domande presentabili dal 1 marzo 2017

REGIONE TOSCANA - COFINANZIAMENTO TIROCINI CURRICULARI

Il cofinanziamento promuove il raccordo fra l’istruzione terziaria e il sistema produttivo.

Chi può beneficiare del cofinanziamento
Aziende ed Enti che:

  • abbiano stipulato apposita Convenzione con una delle Università Toscane;
  • abbiano acquisito la validazione del progetto formativo;
  • intendano ospitare uno o più studenti per un tirocinio curriculare in ambito universitario del valore di 12 CFU o di durata complessiva pari ad almeno 300 ore.

Quali obblighi ha il soggetto ospitante?
Il soggetto ospitante deve:

  • corrispondere al tiorcinante almeno 500,00 euro mensili lordi;
  • assicurare il tirocinante contro gli infortuni sul lavoro e per la resopnsabilità civile verso i terzi, qualora questo non sia già assicurato dall’Università;
  • essere in regola con la normativa sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, la legge n. 68/1999 e con le norme in materia previdenziale e contributiva.
  • rispettare i limiti relativi ai tirocinanti contemporaneamente presenti rispetto al numero dei dipendenti, così come previsto dalla legge regionale vigente

Quali spese sono ammissibili?
Sono amminissibili a finanziamento esclusivamente i costi inerenti il contributo a titolo di rimborso spese corrisposto al tirocinante.
Nessun altro onere da sostenere per l’attività di tirocini (oneri assicurativi, buoni pasto ecc) portà essere finanziato.

In cosa consiste l’agevolazione?
Contributo a fondo perduto a parziale o totale copertura dell’importo fortetario corriposto pari a:

  • € 300,00 mensili, per i sogegtti in età tra i 18 e i 32 anni;
  • € 500,00 mensili, per i soggetti disabili di cui alla L. 68/1999 e i soggetti svantaggiati di cui all’art. 17 ter comma 8 della Legge regionale n. 3/2012

Quando scade il termine per presentare la domanda?

La domanda dovrà essere inoltrata entro il 30/09/2017.

MISE - NUOVA SABATINI PER ACQUISTO BENI STRUMENTALI

Supportare le PMI che realizzano investimenti.

Quali sono i soggetti beneficiari?
PMI operanti in tutto il territorio nazionale ed in tutti i settori produttivi (escluso le industrie carboniere, le attività finanziarie e assicurative e la fabbricazione prodotti imitazione o sostituzione lattiero -caseari).

Quali interventi sono ammissibili?
Sono ammissibili gli investimenti destinati a:

  • creazione di nuove unità produttive o ampliamento esistenti;
  • diversificazione o cambiamento fondamentale della produzione di uno stabilimento;
  • acquisiti degli attivit direttamente connessi ad una unità produttiva nel caso in cui questa sia chiusa o sarebbe stata chiusa senza l’acquisizione.

Quali spese sono ammissibili?
Beni nuovi di fabbrica di importo superiore a € 500,00  netto IVA e rientranti nella categoria dei macchinari, impianti, hardware/software e tecnologie digitali.

E’ ammessa l’acquisizione tramite locazione finanziaria.

In cosa consiste il finanziamento?
Il finanziamento è concesso da una delle banche convenzionate. Durata massima 5 anni. Importo minimo € 20.000,00 – importo massimo € 2.000.000,00.

Agevolazione Contributo in conto interessi
Possibilità di attivare la garanzia sull’80% del finanziamento richiesto da parte del Fondo Centrale di Garanzia.

Scadenza
Riapertura Bando: dal 02/01/2017

MINISTERO DELL'AMBIENTE - CREDITO DI IMPOSTA PER BONIFICHE DA AMIANTO

La finalità è risanare siti produttivi dall’amianto.

Chi sono i soggetti beneficiari?
Possono beneficiare tutti i soggetti titolari di reddito di impresa, indipendentemente dalla natura giuridica assunta, dalle dimensioni aziendali e dal regime contabile adottato.

Quali interventi sono ammissibili?
Interventi di bonifica (rimozione e smaltimento) dall’amianto effettuati su ben e strutture produttive dal 01/01/2016 al 31/12/2016.
Il progetto di bonifica deve essere al minimo di € 20.000,00 ed al massimo di € 400.000,00 per ciascuna impresa.

Quali spese sono ammissibili?
Sono ammissibili:

  • spese di consulenza professionali e perizie tecniche (max 10% delle spese complessive sostenute per un massimo di € 10.000,00);
  • spese per la rimozione e lo smaltimento di: lastre di amianto piane o ondulate, copertura in eternit; tubi, canalizzazionie contenitori per lo stoccaggio di fluidi ad uso civile ed industriale in amianto; sistemi di coibentazione industriale in amianto.

In cosa consiste l’agevolazione?
Credito di imposta pari al 50% delle spese sostenute.

Quando presentare la domanda?
Fino al 31/03/2017

SUPERAMMORTAMENTO 2017

Cosa è il superammortamento?
Il super-ammortamento è una agevolazione fiscale introdotta dalla Legge di Stabilità 2016 che consente di dedurre in ammortamento il 140% del costo di un bene strumentale.

Dal punto di vista fiscale, il super ammortamento consiste in una “variazione in diminuzione della base imponibile” su cui calcolare le imposte di imprese, professionisti e artisti.

Quando può essere applicata l’agevolazione?
L’agevolazione può essere applicata per l’acquisto di beni strumentali:

  • impiegati nel core business aziendale;
  • nuovi, ovvero non già acquistati in precedenza.

L’iper-ammortamento al 250%
La legge di stabilità 2017 ha confermato il super-ammortamento al 140% del 2016 ma ha anche introdotto il c.d. iper-ammortamento al 250%.

Questo riguarda tutti gli investimenti digitali di ricerca e innovazione in particolari condizioni perchè faranno parte di questo solo alcune categoria di beni strumentali, il cui funzionamento dovrà essere controllato da sistemi computerizzati oppure dovrà essere gestito tramite sensori.
Tra i beni che consentono di accedere alle agevolazioni:

  • macchine utensili operanti con laser e altri processi a flusso di energia;
  • macchine per la realizzazione di prodotti tramite trasformazioni delle materie prime;
  • robot collaborativi e sistemi multi-robot;
  • gli strumenti per il carico e lo scarico;
  • i dispositivi di sollevamento e manipolazione automatizzati;
  • gli AGV;
  • i dispositivi per la sensorizzazione, l’inetrconnessione e il controllo automatico dei processi;
  • i sistemi di trattamento e recupero di acqua, aria e sostanze chimiche organiche;
  • i sistemi di segnalazione dell’efficienza di processo.

Questi beni devono possedere, inoltre, percise caratteristiche tecniche e per poter ottenere l’iper-ammortamento serve anche una perizia tecnica.

RIDUZIONE TASSO INAIL

Fino al 28 febbraio 2017 è possibile richiedere la riduzione del tasso applicato presentando la domanda online attraverso il Modello OT24.

Possono inoltrare la domanda le aziende che sono operative da almeno un biennio e che eseguono interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli minimi previsti dalla normativa in materia (D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.).

La riduzione di tasso è riconosciuta in misura fissa, in relazione al numero dei lavoratori-anno del periodo:
lavoratori-anno     riduzione
fino a 10                      28%
da 11 a 50                  18%
da 51 a 200                10%
oltre 200                     5%

BANDO ISI 2016

Il Bando Isi 2016 INAIL finanzia a fondo perduto parte delle spese sostenute per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Quali progetti sono finanzibili?
Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto:

  • Progetti di investimento
  • Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale
  • Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività.

Quali importi sono finanziabili?
Il contributo concedibile da INAIL è  pari al 65% dell’investimento fatto, fino a un massimo di 130.000 euro.

Quando presentare le domande?
Le domande potranno essere inserite dal 19 aprile 2017 e fino alle ore 18:00 del 5 giugno 2017.

Compila il modulo per richiedere maggiori informazioni


Nome e Cognome *

Provincia *

Telefono *

Email *

Messaggio

Si autorizza il trattamento dei dati inseriti, ai sensi del D. Lgs. 196/2003. *

Leggi la nostra privacy policy

* Campi obbligatori